Discussioni sulla Storia
 

Una sepoltura anomala nel cimeitero medievale di Baratti (LI):: La cd. "Tomba della steega"

Bhisma 21 Ago 2017 11:12
"La tomba della strega"
Così viene denominata una sepoltura anomala nel cimitero medievale
adiacente alla ******* di San Cerbone, golfo di Baratti (LI), scoperta
una decina di anni fa da un'équipe di archeologi ed antropologi
dell'Università de L'Aquila che indagava sul cimitero stesso e da
allora oggetto di studi piuttosto intensivi.

Si tratta dello scheletro di una donna, morta verso i cinquant'anni
(+/- 5) nel tardo 1300 e seppellita senza bara, che appare essere stata
inchiodata a terra. Sono stati inseriti chiodi nella bocca, nel corpo,
negli arti e probabilmente anche nel sudario

L'assenza di segni di riparazione da parte del tessuto osseo dimostra
che l'inchiodatura ha avuto luogo o pochissimo prima o pochissimo dopo
la sua morte, ma non consente di discriminare con esattezza tra le due
ipotesi. Tuttavia, per varie ragioni, ad esempio il fatto che i
chiodi nela bocca sono stati solo inseriti, senza essere
effettivamente martellati e il copro appare comunque essere stato
composto con un certo riguardo, l'ipotesi post-mortem appare la più
probabile agli archeologi.

Lo stato dello scheletro consente peraltro di escludere ******* distruttive,
fratture o ferite con compromissione ossea, ma non un una
morte violenta dovuta ad altre cause, come soffocamento, che d'altra
parte non è nemmeno possibile confermare.

Lo stato generale dello scheletro, con l'assenza di segni di
malnutrizione, fa ipotizzare agli archeologi che la donna appartenesse
ad una classe sociale non fra le più povere. Considerazioni sullo stato
delle ossa e la loro usura danno corpo all'idea che fosse una
filatrice, una cucitrice o comunque un'artigiana che stesse a lungo
seduta e a lungo utilizzasse le braccia e le spalle.

La teoria più convincente, basata su *****oghe convinzioni e pratiche di
sepoltura apotropaica diffuse in epoca medievale, è che la donna fosse
considerata se non una strega comunque una sorta di possibile
pericoloso "revenant" -- un morto che per varie ragioni tornava dalla
tomba a tormentare i vivi in vari modi, ci sono molte variazioni del
mito.

In questo caso i chiodi nella bocca sarebbero probabilmente serviti
ad impedirle di pronunciare sortilegi anche nella tomba e i restanti ad
impedirle di uscire dalla stessa.

Anche se forse non venne inchiodata nella sua fossa ancora da viva,
certo i chiodi vennero apposti durante la tumulazione stessa, che
mostra alcuni segni di frettolosità (un laterizio apposto sotto la
testa dello scheletro, a mo' di cuscino funebre, venne prelevato da una
tomba adiacente): dopo dopo di essa la sepoltura non venne mai più
riaperta.

Il fatto che comunque malgrado l'inchiodatura venisse sepolta in terra
consacrata appare significativo, anche se non facilmente spiegabile.
D'altra parte, sebbene la limitata portata degli scavi non consenta di
determinare se la sepoltura sia marginale o centrale rispetto
all'antico cimitero, la tomba si trova comunque in prossimita della
facciata preesistente ******* di San Cerbone, sorta secondo la
leggenda proprio sul corpo sepolto del santo.

QUesto potrebbe significare a mio avviso (è l'unica considerazione
personale che faccio) che la donna fosse considerata la vittima di un
maleficio che comportò la necessità di una inchiodatura del genere che
altro, più che un essere di per sé maligno, e che venisse sepolta in
prossimità della ******* per ulteriore ******* Certo la prossimità
della ******* potrebbe anche essere intesa come un'ulteriore garanzia
contro il carattere maligno della morta, ma in questo caso mi parrebbe
più strano che sia stata sepolta in terra consacrata. A meno che contro
di lei non gravassero solo sospetti da parte della comunità, e che
questa sepoltura anomala fosse il risultato di un compromesso tra
questi sospetti e il suo diritto ad essere comunque sepolta in terra
consacrata.

Più particolari qui:
https://goo.gl/inRgwU
Bhisma 21 Ago 2017 12:13
Bhisma wrote:

> A meno che contro
> di lei non gravassero solo sospetti da parte della comunità, e che
> questa sepoltura anomala fosse il risultato di un compromesso tra
> questi sospetti e il suo diritto ad essere comunque sepolta in terra
> consacrata.

Mi viene in mente che se la donna fosse stata ritenuta morta (coma o
simili) e poi fosse tornata in vita pur per poco tempo, questo potrebbe
spiegarel'apparente contraddizione tra inchiodatura e sepoltura
cristiana e comunque in qualche modo riguardosa.
Probabilmente anche il persistente riferire da parte sua di "visite" da
parte di un defunto, parente od altro, specie se avvenuto in prossimità
delle morte, avrebbe potuto comportare misure del genere.
Sono ipotesi del tutto romanzesche, ovviamente, ma non impossibili né
incredibil
Arduino 21 Ago 2017 13:43
Bhisma <Af.bhisma@gmail.com> ha scritto:


> Mi viene in mente che se la donna fosse stata ritenuta morta (coma o
> simili) e poi fosse tornata in vita pur per poco tempo, questo potrebbe
> spiegarel'apparente contraddizione tra inchiodatura e sepoltura
> cristiana e comunque in qualche modo riguardosa.
> Probabilmente anche il persistente riferire da parte sua di "visite" da
> parte di un defunto, parente od altro, specie se avvenuto in prossimità
> delle morte, avrebbe potuto comportare misure del genere.
> Sono ipotesi del tutto romanzesche, ovviamente, ma non impossibili né
> incredibili.

Sono ipotesi interessanti, e condivisibili.
La defunta potrebbe aver avuto un breve risveglio, tanto da indurre a
questo strano rito. Oppure delle persone potrebbero aver dichiarato di
aver ricevuto sue visite post mortem, e questo potrebbe poter avere
indotto alla "prudenza"
A latere, un mio amico, dopo il ritrovamento di questo scheletro, ci
aveva imbastito un romanzo. La protagonista l'aveva chiamata Lucilla.


--
Arduino d'Ivrea
ADPUF 26 Ago 2017 00:06
Bhisma 11:12, lunedì 21 agosto 2017:

> Si tratta dello scheletro di una donna, morta verso i
> cinquant'anni (+/- 5) nel tardo 1300 e seppellita senza bara,
> che appare essere stata inchiodata a terra. Sono stati
> inseriti chiodi nella bocca, nel corpo, negli arti e
> probabilmente anche nel sudario


Ci sono altri casi simili?


Ho letto tempo fa dei corpi ritrovati quasi intatti (ma senza
ossa per l'ambiente acido) nelle torbiere dell'Europa
settentrionale, spesso sono agghiaccianti resoconti di
omicidi, forse rituali forse no.


--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Bhisma 26 Ago 2017 09:47
ADPUF wrote:

> Ci sono altri casi simili?

Sì, anche solo in Italia sono più frequenti di quanto non si pensi
comunemente.
Le datazioni variano dall'epoca celtica a quella romana a quella
longobarda a quella basso medievale, le tecniche per l'immobilizzazione
del cadavere non sono le stesse e non sempre i reperti sono di facile
interpretazione, ma comunque sembra che nella cultura europea, anche di
aree diverse, l'idea che per motivi varii potesse rendersi necessario
impedire il ritorno di un morto fosse piuttosto diffusa.

http://www.archeobologna.beniculturali.it/mostre/castelfranco_sepolture_anomale.htm

http://www.archeomolise.it/archeologia/104786-disturbare-sepolcri.html


> Ho letto tempo fa dei corpi ritrovati quasi intatti (ma senza
> ossa per l'ambiente acido) nelle torbiere dell'Europa
> settentrionale, spesso sono agghiaccianti resoconti di
> omicidi, forse rituali forse no.

Su questo non ho informazioni, se puoi dare più dettagli..
Arduino 26 Ago 2017 10:07
ADPUF <flyhunter@mosq.it.invalid> ha scritto:

> Ho letto tempo fa dei corpi ritrovati quasi intatti (ma senza
> ossa per l'ambiente acido) nelle torbiere dell'Europa
> settentrionale, spesso sono agghiaccianti resoconti di
> omicidi, forse rituali forse no.

Un tale, alla notizia del ritrovamento di un cadavere in una torbiera,
credendo si trattasse del suo corpo, confessò di aver assassinato la
moglie.
Risultò poi trattarsi di un cadavere di epoca celtica, forse vittima di
un sacrificio rituale.


--
Arduino d'Ivrea
ADPUF 19 Set 2017 22:04
Bhisma 09:47, sabato 26 agosto 2017:
>
>> Ho letto tempo fa dei corpi ritrovati quasi intatti (ma
>> senza ossa per l'ambiente acido) nelle torbiere dell'Europa
>> settentrionale, spesso sono agghiaccianti resoconti di
>> omicidi, forse rituali forse no.
>
> Su questo non ho informazioni, se puoi dare più dettagli..


Scusa il ritardo.

https://en.wikipedia.org/wiki/Bog_body
https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_bog_bodies


--
AIOE °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Discussioni sulla Storia | Tutti i gruppi | it.cultura.storia | Notizie e discussioni storia | Storia Mobile | Servizio di consultazione news.